Le terre del Gavi

…Il cibo, un vino? Viaggiare è conoscere luoghi, genti e paesi, il modo più semplice di viaggiare è quello di mangiare, di praticare la cucina del luogo in cui si va; nella cucina c’è tutto, la natura, il clima, la tradizione, la storia, la civiltà di un luogo…

Così Mario Soldati il 3 dicembre 1957 presenta la trasmissione “Alla ricerca dei cibi genuini. Viaggio nella Valle del Po”.

Se il vino avesse qualcosa da raccontare, sarebbe una storia complessa e bellissima, che narra la paziente attesa prima che la vigna cresca bene e restituisca i propri frutti. E’ un racconto fatto di terra, di saggezza contadina, ormai nascosta, di paure, di attese e di rabbia, ma anche di orgoglio, di bellezza per quanto la natura ha donato.

Il vino è cultura, è la fatica, la dedizione e la passione degli uomini che abitano e coltivano da millenni e generazioni le terre del Gavi. E’ l’espressione di un territorio dalla forte vocazione vitivinicola il cui paesaggio, con le sue dolci colline, è disegnato dalle linee dei filari dei vigneti, dove i “passaggi” delle stagioni, nei piccoli borghi che ne costituiscono gli 11 comuni della Denominazione, sono sottolineate dai “riti” della potatura, dalla maturazione dell’uva sino alla vendemmia e alla vinificazione.

Il Consorzio Tutela del Gavi preserva e custodisce questo patrimonio vitivinicolo, è uno dei grandi protagonisti della promozione del territorio, di cui ne pone al centro l’identità, valorizza le eccellenze culturali insieme alla storia e va alla scoperta delle tradizioni più profonde. 

POTRESTI VISITARE ANCHE

Resta sempre aggiornato: iscriviti alla newsletter!