La Sala Museale di Libarna

La visita all'Area archeologica può essere completata presso la Sala Museale di Libarna che si trova all'interno del Palazzo del Comune di Serravalle Scrivia (circa 1,5 km dal sito). L'area museale raccoglie circa un centinaio di reperti databili tra il I e il II secolo d.C., compresa la collezione ottocentesca del canonico G.F. Capurro e altri materiali di pregio databili all’età proto-imperiale. Tra i reperti troviamo: l’epigrafe dello scrivano C. Catius Martialis; una testina di Bacco fanciullo; la parte centrale di una lastra ornamentale con immagini di Pan e Medusa sui due lati; un elemento di fontana marmorea con bocche di Medusa e delfini, di gusto barocco; due mani di statue marmoree; la parte centrale di un mosaico (emblema) in prezioso opus sectile (lastrine marmoree composte in eleganti forme geometriche); un capitello composito, di raffinato gusto ellenistico, numerosi pezzi di decorazione architettonica. All'ingresso si trovano due anfore, di cui una vinaria, a testimonianza dell'importanza del vino fin dall'antichità e che permette di fare un collegamento con l'attualità e il percorso storico enogastronomico Archeosapori nelle Terre di Libarna, in particolare con la vocazione vitivinicola del territorio che vede la produzione di Gavi Docg e Timorasso. Alcuni elementi architettonici sono collocati in una stanza al pianterreno di Palazzo Grillo, di fronte al Municipio.

La Sala Museale è visitabile in orario di apertura degli uffici comunali o su prenotazione   

POTRESTI VISITARE ANCHE

Resta sempre aggiornato: iscriviti alla newsletter!